Autocertificazioni

Dichiarazioni Sostitutive dell'Atto di Notorietà

E' una libera dichiarazione che comprende fatti, stati e qualità personali che l’interessato conosce direttamente. Sono quindi escluse le espressioni di volontà.

COME SI PRESENTA:

a) se deve essere presentata alla Pubblica Amministrazione o a gestori privati di servizi pubblici oppure a privati che vi consentano, la dichiarazione viene resa dall’interessato direttamente all’impiegato responsabile e non è soggetta a pagamenti o autentiche.
Nel caso in cui l’interessato non possa recarsi di persona, la dichiarazione è preparata prima e consegnata, con allegata fotocopia di un documento d’identità valido, da un soggetto delegato o trasmessa via fax. Anche in questo caso non sono previsti pagamenti.

b) se deve essere presentata a privati che non accettano la modalità sopra indicata, il richiedente si deve presentare con il proprio documento di identità presso gli Uffici anagrafici del Comune.
Ciò vale per i cittadini italiani e per i cittadini appartenenti alla Comunità Europea. Se il richiedente è un cittadino extracomunitario residente sono necessari il documento di identità valido e il permesso di soggiorno e si possono dichiarare solo stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

c) In caso di minorenni o incapaci la dichiarazione è sottoscritta dal genitore o dal tutore o dal curatore, con documento d'identità valido.

QUANTO COSTA:

Per la presentazione ai privati occorrono una marca da bollo da € 14,62 ed € 0,52 per  diritti di segreteria.
Nei casi di esenzione dal bollo il costo è solo di € 0,26 per diritti di segreteria.

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

- da produrre agli organi della Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblici servizi
(Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- da produrre agli organi della Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblici servizi per la riscossione da parte di terzi di benefici economici
(Artt. 21 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- resa dal genitore o dal tutore da produrre agli organi della Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblici servizi
(Artt. 5 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- da produrre a privati
(Artt. 21 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- resa dal genitore o dal tutore da produrre a privati
(Artt. 5 e 21 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- resa da chi non sa o non può firmare
(Artt. 4 e 47 D.P.R 28 dicembre 2000, n. 445)

- resa nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo
(Art. 4 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)